Travel /
Puglia /
Food /
Food culture /
Food /
Italian Recipes

’Il Paese in Festa’’: Festa D’Aprile Pugliese & Ricetta Focaccia Tipica

“[…] non vedevo l’ora arrivasse il “giorno della festa” per poter comprare la mia bustina di olive e frutta secca da sgranocchiare in giro tra le vie illuminate.”

La Festa d’Aprile è una delle feste patronali più sentite dal popolo di Castellana Grotte. Viene organizzata nell’ultima domenica di Aprile per onorare la protettrice della città in un periodo climatico più favorevole rispetto alla Festa delle Fanove, giganteschi falò accesi nella notte fra l’11 e il 12 Gennaio per celebrare la Madonna della Vetrana (vetrana deriva da veterana, antica) che liberò la città dalla malattia della peste, scoppiata nel sud-est barese alla fine di Dicembre del 1690.

Il morbo sarebbe arrivato nella vicina città di Monopoli, il più importante porto della zona, attraverso stoffe e altre mercanzie infette. La medicina non era avanzata come lo è, fortunatamente, oggi e le scarse condizioni igieniche favorivano ancor di più il contagio. A quei tempi, il popolo confidava più nell’aiuto di Dio che della scienza. La storia narra che la Madonna apparve in sogno ai Sacerdoti locali chiedendogli di ungere gli appestati con l’olio che ardeva sotto la sua Immagine, fu così che gli appestati guarirono miracolosamente. Debellata la pestilenza, fu quindi naturale attribuire tutti i meriti alla Madonna della Vetrana.

La luce è da sempre un simbolo di Festa e in questa occasione viene enfatizzata attraverso l’uso, come nella maggior parte delle feste patronali in Puglia, delle luminarie. Anche Maria Grazia Chiuri, stilista Dior di origine pugliese, ha presentato la sua collezione 2021 sotto le luminarie pugliesi. In origine le luminarie erano torce ricoperte da tele colorate, in seguito sono diventate strutture in legno da cui pendevano bicchieri di vetro contenenti olio per lampade e poi nel Novecento sono state sostituite con lampadine. Le luminarie oggi sono apprezzate in tutto il mondo come opere d’arte. E come in ogni festa religiosa che si rispetti, un altro elemento fondamentale e scenografico sono le processioni: la più originale è sicuramente quella della Domenica, la cosiddetta processione di Gala, quando l’Immagine della Madonna della Vetrana è accompagnata da oltre venti statue di Santi, seguiti da una fiumana di fedeli.

La festa non può che concludersi, poi, con uno spettacolo di fuochi pirotecnici e il concerto delle bande. Fin da quando ero bambina, ricordo nitidamente il momento più atteso e magico: l’ultimo e tradizionale brano della serata. Quello in cui la folla si zittisce improvvisamente per ascoltare il “Bolero” di Ravel. Nonostante questo momento si ripeta ogni anno, per i concittadini è sempre un’emozione nuova.

A fare da cornice alla festa, c’è ovviamente il cibo. Nella mattinata del lunedì, la tradizione vuole che l’immagine della Madonna torni al Santuario a lei dedicato. Subito dopo, ci si riunisce a tavola con la propria famiglia.

Ogni scusa è buona per gli italiani per potersi sedere a tavola e mangiare insieme ad amici e parenti!

Mio padre, Chef del nostro ristorante Osteria del Caroseno, mi ha raccontato che la festa d’Aprile è una festa che sussegue la festività pasquale: per questo, in tempi di “vacche magre”, si cercava di contenere la ricchezza del pranzo festivo, soprattutto quando le due occasioni capitavano a distanza di pochissimi giorni. 

Durante le feste patronali però non mancano mai le bancarelle di frutta secca e tostata, ricordo che quando ero bambina non vedevo l’ora arrivasse il “GIORNO DELLA FESTA” per poter comprare la mia bustina di olive e frutta secca da sgranocchiare in giro tra le vie illuminate.

Un’altra tradizione a cui il popolo di Castellana Grotte non manca mai è la focaccia ripiena di mortadella e provolone durante  la Domenica della Festa mentre si assiste ai fuochi pirotecnici. La mia nonna ha una ricetta imperdibile della sofficissima focaccia di patate.

La Nonna inizia la preparazione della focaccia nel pomeriggio per poi lasciarla lievitare una notte intera, coccolandola di tanto in tanto durante la sera per rigenerare la lievitazione. Prima di andare a dormire posiziona la focaccia nelle teglie in abbondante olio evo e la mattina seguente si sveglia alle 5 per infornare. Il profumo si diffonde in tutta la casa e per le vie del quartiere, irresistibile.

RICETTA FOCACCIA DI PATATE 

 

  • 250 gr farina 00
  • 500 gr farina di semola 
  • 300 gr patate
  • 1 cucchiaio di sale raso
  • 1 pizzico di zucchero
  • 20 gr lievito di birra
  • 60 gr olio evo 
  • 100 gr latte
  • 700\750 ml acqua 
  • pomodorini
  • origano
  • olive

 

 Metodo di preparazione

 

  1. Far bollire le patate a pezzetti in abbondante acqua. Una volta diventate tenere, scolarle e schiacciarle. Attenzione a conservare l’acqua di cottura, farla raffreddare fino a temperatura tiepida. 
  2. Sciogliere il lievito di birra fresco nell’ acqua tiepida e aggiungere un pizzico di zucchero.
  3. Unire le patate schiacciate, la farina 00 e la farina di semola, il sale, l’olio extravergine di oliva, il lievito di birra sciolto nell’acqua, il latte.
  4. Impastare bene il tutto, aggiungendo poco alla volta l’acqua tiepida fino a che l’impasto risulterà elastico e morbido. Se non è sufficiente l’acqua di cottura delle patate, aggiungerne altra.
  5. Dopo il primo passaggio di levitazione (2- 3 ore), impastare ancora un po’ la massa per rigenerarla.
  6. Dopo la rigenerazione far passare altre 2 ore.
  7. Stendere l’impasto in delle teglie con olio evo sul fondo e far riposare per 6 ore circa.
  8. Passate le ultime 6 ore di lievitazione, formate con il dito tanti piccoli buchi sulla superficie della focaccia e condire con pomodorini, origano, olive e altro olio evo e infornare a 200 gradi.
  9. Dopo i primi 10 minuti, cambiare la temperatura del forno a 180 gradi e far cuocere per altri 20/30 minuti fino alla doratura della focaccia.
  10.  Focaccia pronta

 

Ora che avete anche la ricetta, siete finalmente pronti a vivere l’emozione del Paese in Festa, che quest’anno si svolge il penultimo weekend di Aprile (23-24 Apr 2022).