Food /
Recipes /
Antipasti & Dolci

CENCI

I cenci sono dei dolcetti fritti tipici del periodo di carnevale. In Toscana cencio significa pezzo di stoffa e sono chiamati così proprio per questo, perché la loro forma ricorda gli stracci. 

Per tradizione e’ uno dei primi dolci che i nipoti cucinano con le nonne. Da piccola non mi era consentito friggere ma contribuivo sempre a modo mio tagliando le striscioline oppure cospargendole di zucchero. Ci sono una infinità di detti su questo goloso dolcetto quella che preferisco dice che il cencio non mente: se lo hai mangiato si vede dallo zucchero sul maglione.

CENCI FRITTI

Per 6 persone

INGREDIENTI

  • 280 g di farina
  • 50g di zucchero 
  • 2 uova
  • Olio di oliva 
  • Un pizzico di sale 
  • La scorza grattugiata di una arancia 
  • 1/2 bicchiere di vin santo 
  • Un pizzico di lievito 
  • Zucchero a velo o semolato per spolverare

 

PREPARAZIONE

  1. Su una spianatoia disponete la farina a fontana e mettete al centro lo zucchero, le uova, 3 cucchiai di olio di oliva, il sale, il lievito e la scorza d’arancia grattugiata.
  2. Lavorare gli ingredienti con le mani per una decina di minuti, aggiungendo vin santo quanto basta: la pasta deve risultare liscia e soda. Formate una palla, avvolgetela in un canovaccio e lasciatela risposare per mezz’ora.
  3. Stendetela su una spianatoia infarinata a uno spessore di circa 2 mm. Tagliate a nastri con l’apposita rotellina. Mettete sul fuoco la padella dei fritti e quando l’olio fuma gettatevi i nastri poco per volta. Scolateli quando saranno dorati e ponetelo nello scolafritti. Serviteli tiepidi e cosparsi di zucchero a velo o semolato.